Cliente 3

LA SFIDA: NFabbricato di nuova costruzione realizzato in c.a., tamponato esternamente con “Itong da 45cm”, materiale altamente isolante. Il nostro obiettivo è stato posare un infisso performante in un controtelaio, anch’esso termico,che sia collegato al tamponamento in maniera da non avere perdite termiche.
 
LA STRATEGIA: Abbiamo progettato un nodo (collegamento tra muro e controtelaio e infisso) e realizzato un controtelaio in multistrato con inserimento del 4° lato (per separare il marmo esterno da quello interno) e di una rete porta intonaco, esterna, per evitare le crepature tra il controtelaio e l’intonaco (causato dalle dilatazioni tra i due materiali). Il controtelaio completo di cassonetto (sempre in legno con isolante all’interno) è stato da noi posato con l’utilizzo di turbo viti e schiuma poliuretanica elastica a bassa espansione. Sul controtelaio è stato posto un freno vapore con rete collegata per proteggere la schiuma dall’umidità interna e collegare il tutto all’intonaco.
Categoria
Realizzazioni